[Guida] Come creare una fattura elettronica

Un grattacapo che, ultimamente, affligge aziende e liberi professionisti è la fattura elettronica. Questo nuovo tipo di fatturazione deve essere utilizzato ogni qual volta si hanno rapporti di lavoro con la Pubblica Amministrazione. Fin qui tutto chiaro e semplice ma, come si fa questa famosa fattura?

Di recente ci siamo imbattuti nella fattura elettronica e, in occasione di questo, abbiamo deciso di illustrarvi nel dettaglio tutti i passaggi necessari affinché tutto proceda per il meglio. Nonostante tutta la nostra gestione aziendale sia affidata al software Danea Easyfatt (validissimo software gestionale), abbiamo deciso di utilizzare, per questa guida, un servizio gratuito.

Vediamo tutti gli step necessari per creare una fattura elettronica gratuitamente

Occorrente:

  • Software o servizio per la creazione del file XML
  • File Protector (link)
  • Firma Digitale (link)
  • PEC (link)
  • Lettore Smart Card (link)

1. CREARE ED ESPORTARE LA FATTURA IN XML

Per creare ed esportare la fattura in formato XML, abbiamo bisogno di un software gestionale o di un servizio online che ci permetta tale operazione. Uno dei migliori software gestionali per il rapporto qualità/prezzo è sicuramente Danea EasyFatt. Oggi però, utilizzeremo un servizio online che abbiamo testato per l’occasione, ovvero: Fattura Per Tutti.

  • Colleghiamoci al sito fatturapertutti e Creiamo il nostro account Free;
  • Accediamo alla Console ed inseriamo tutti i dati relativi alla nostra azienda.

Adesso siamo pronti per la creazione della fattura. Per i dettagli vi rimandiamo al tutorial ufficiale che espone in modo esaustivo gli step per la compilazione e la convalida del documento: VIDEO.

Terminata la compilazione, spostiamoci sulla sezione Fatture Elettroniche – Stato flussi XML e clicchiamo sul nome della fattura per avviarne il download. In questo modo scaricheremo la nostra fattura sul PC.

N.B. Il file NON deve essere rinominato, altrimenti non risulterà idoneo.

2. FIRMARE LA FATTURA

Come ben sappiamo, il file XML per essere valido, deve essere firmato tramite una Firma Digitale. Solitamente, al momento della registrazione della propria attività, il consulente consiglia di richiedere la Carta Nazionale dei Servizi (Smart Card).

Per entrare in possesso della Smart Card basta recarsi alla Camera di Commercio o, in alternativa, affidarsi ad un servizio online come Aruba.

Entrati in possesso della Smart Card e del lettore (link), possiamo procedere con la firma del documento:

  • Scarichiamo ed installiamo sul PC, il software File Protector (link);
  • Colleghiamo il lettore Smart Card ed avviamo File Protector;
  • Clicchiamo sulla voce Firma, selezioniamo il file XML ed infine Aggiungi firma…

fattura elettronica

Avremo così aggiunto la firma digitale al nostro documento. Non ci resta che controllarlo ed inviarlo!

3. CONTROLLARE LA FATTURA

Un passaggio molto importante è quello relativo al Controllo della Fattura. Questo controllo serve ad analizzare il file e verificarne la corretta creazione. In questo modo sapremo se la nostra fattura è idonea all’invio. Vediamo come fare:

  • Accediamo al sito FatturaPA – Strumenti – Controllare la fatturaPA direttamente da questo link;
  • Clicchiamo su Scegli File e selezioniamo la fattura precedentemente scaricata;
  • Inseriamo il Codice di Sicurezza e procediamo con il controllo.

verifica fattura elettronica

In pochi instanti il sistema analizzerà la nostra fattura e ci indicherà il relativo esito. Se l’esito è positivo (come nel nostro caso) possiamo proseguire.

4. INVIARE LA FATTURA TRAMITE PEC al Sistema di Interscambio

Finalmente siamo giunti all’ultimo step: l’invio della fattura tramite PEC. Dopo aver creato, firmato e verificato la fattura, siamo pronti per l’invio della stessa al Sistema di Interscambio (SdI) che si occuperà dell’inoltro all’Amministrazione destinataria.

Tramite la nostra PEC, inviamo la fattura in allegato al seguente indirizzo:

sdi01@pec.fatturapa.it

Successivamente, riceveremo delle mail che ci confermeranno la ricezione e la consegna della fattura.

N.B. La mail dovrà essere inviata con un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, altrimenti non avrà alcuna validità.

Come abbiamo visto, inviare una fattura elettronica non è poi così difficile. Basta avere un po’ di pazienza e dimestichezza con le procedure illustrate. In alternativa, potete affidarvi a servizi a pagamento (che si occupano in tutta autonomia della firma e dell’invio della fattura) o al vostro consulente.

La redazione Geek’s Lab non si assume alcuna responsabilità su errori o danni causati dalla errata interpretazione della guida o dall’uso scorretto della stessa!

Se ti piacciono i nostri articoli seguici su: Facebook , Twitter e G+!!