Guida completa installazione di Windows 10 su SSD

Se avete appena acquistato un SSD (o pianificate di acquistarlo a breve) ed intendete effettuare un’installazione pulita di Windows 10, siete nel posto giusto!
Vi illustreremo, passo dopo passo, come procedere con l’ installazione di Windows 10 su SSD.

Vi starete chiedendo:
– Perché un’istallazione pulita?
– Non posso clonare l’hard disk ed evitare di perdere tutti i dati?

La risposta a quest’ultima domanda è senz’altro affermativa. Molti produttori di SSD (Samsung in primis) infatti, forniscono dei software che permettono di migrare il sistema operativo su SSD, senza perdere dati e programmi installati. Comodo senza dubbio, ma non è tutto oro ciò che luccica.
Vi spieghiamo perché non ci sentiamo di consigliare la clonazione dell’hard disk, ma vi invitiamo a fare un’installazione pulita, cioè un’installazione di Windows 10 su SSD a partire da zero.

Le memorie a stato solido hanno un funzionamento totalmente diverso dagli hard disk meccanici. Ad esempio, la necessità di deframmentazione dei dati su un hard disk meccanico è del tutto inutile su un SSD, in quanto un SSD può accedere a qualsiasi dato, indipendentemente dalla sua allocazione, con la stessa velocità.
Inoltre, rischiamo di portarci dietro tutta la spazzatura (cache, dati temporanei, files nel registro di sistema et similia) che Windows ha nel frattempo generato. Partiremmo probabilmente con un sistema già appesantito, non sfruttando appieno la velocità dell’SSD.

Preparazione all’installazione

  • IMPORTANTE: Accertatevi di avere già fatto un backup di tutti i dati su un altro supporto (es: HDD esterno) o comunque di disporre di un adattatore SATA o un box per collegare il vecchio HDD via USB e prelevare i dati in un secondo momento, una volta installato Windows 10.
  • Assicuratevi di avere una copia di Windows 10 ATTIVA sul vostro pc prima di installare il nuovo hardware.

Scaricare Windows 10 e creare una chiavetta USB avviabile

Per installare Windows 10 è necessario scaricare il sistema operativo e creare una pendrive USB avviabile. Per fare ciò:

  • Scaricate dal sito ufficiale di Microsoft l’utility Media Creation Tool;
  • Inserite una pendrive formattata (FAT32 o NTFS, non importa in quanto il tool avvierà una formattazione della stessa prima di caricare il S.O.) nel vostro PC, e rimuovete eventuali altre periferiche USB dal computer. La pendrive dovrà avere capienza minima di 4GB.
  • Avviate l’utility e scegliete Crea un supporto di installazione per un altro PC e selezionate Avanti;

media-creation-tool-crea-supporto

  • Impostare Italiano nel campo Lingua, la vostra versione di Windows nel campo Edizione (la trovate nelle info di sistema), e l’architettura del vostro sistema (32 o 64 bit). Potete scegliere Entrambi se volete usare la pendrive per fare installazioni su più dispositivi. Noi abbiamo scelto 64 bit, perché il nostro sistema è a 64 bit e non abbiamo intenzione di fare altre installazioni. Quindi selezionate Avanti.

installazione di windows 10 su ssd

  • Nella schermata successiva dovrete scegliere il supporto da usare: la prima voce creerà una pendrive avviabile, la seconda scaricherà l’ISO da montare in seguito su pendrive con utilities come Rufus, o da masterizzare su DVD.
    Ma perché complicarsi la vita? Scegliete Unità Flash USB, andate Avanti e lasciate che il programma si occupi di tutto il resto!

media-creation-tool-flash-usb

  • Il download di Windows 10 e la successiva creazione della chiavetta USB avviabile avverranno in automatico e potrebbero richiedere qualche ora, a seconda della velocità della connessione. Nel frattempo potete comunque utilizzare il sistema. Alla fine, vi ritroverete una schermata come la seguente. Cliccate Fine, attendete la chiusura del programma e rimuovete correttamente la periferica.

chiavetta USB avviabile di Windows 10

Montare l’SSD sul vostro PC

Si tratta di un’operazione davvero alla portata di tutti. A pc spento, presa di corrente scollegata e batteria rimossa (in caso di PC portatile), aprite il vano dell’hard disk (o il case) e rimuovete con un cacciavite le viti di supporto dello stesso.
Rimuovete quindi l’hard disk dal PC e smontate il supporto metallico. Montate questo supporto sull’SSD, inserite l’SSD nel vostro PC e fissatelo con le viti in dotazione. Chiudete lo sportello o il case.

N.B. La procedura è diversa per ogni modello di computer. Se si tratta di un pc desktop, basterà aprire il case, posizionare l’SSD e collegarlo!

Installare Windows 10 da pendrive USB

Adesso viene la parte bella, ovvero l’installazione:

  • Spegnete il PC;
  • Inserite la pendrive con Windows 10 e avviare il PC (l’installazione dovrebbe partire automaticamente, perché nell’SSD non vi è un sistema operativo da avviare; in caso contrario, vi occorrerà entrare nel BIOS ed impostare il supporto USB come prima periferica di avvio. Se non sai come fare leggi Boot da pendrive usb con UEFI Bios);
  • Una volta partita l’installazione vi ritroverete la schermata con la lingua. Impostate tutto in Italiano ed andate avanti;
  • Scegliere quindi Installa;
  • Vi verrà chiesto il Product Key. Se avete già aggiornato a Windows 10, fate semplicemente clic su Ignora;
  • Accettate le condizioni di licenza;
  • Adesso vi verrà chiesto con quale tipo di installazione volete proseguire. Scegliete Personalizzata;
  • Comparirà adesso l’unità SSD, che sarà ovviamente vuota. Selezionatela e scegliete Nuovo – Applica, senza modificare nulla. Partizionare l’SSD è sconsigliabile se l’unità non è molto grande. Nel nostro caso, essendo da 256 GB, abbiamo preferito non partizionare, anche perché non lo reputiamo indispensabile, specialmente con un SSD;
  • Vi verranno mostrate le partizioni create da Windows, tra cui: quella di ripristino, quelle di sistema e quella primaria. Andate Avanti;
  • Adesso inizierà l’installazione vera e propria;
  • Attendete la fine del processo. Al termine il sistema si riavvierà automaticamente;
  • Ignorate nuovamente il product Key;
  • Configurate il vostro sistema secondo le vostre preferenze, inserite l’account di Microsoft (non è indispensabile) e attendete l’avvio del sistema. Accertatevi di connettervi anche ad una rete, servirà a Microsoft per identificare il vostro PC ed attivare il prodotto;
  • Una volta avviato il PC, verificate che Windows sia attivo (tasto destro su Start > Sistema, in basso vedrete “Windows è attivato”).

Fatto! La nostra installazione di Windows 10 è terminata. Attendere che il sistema si aggiorni autonomamente e configuri tutte le periferiche.

Godetevi la velocità di Windows 10 sul vostro nuovo SSD!

Se ti piacciono i nostri articoli seguici su: Facebook , Twitter e G+!!

  • Tom

    Scusate, ma ho letto che Windows 10, se ottenuto da un aggiornamento da versione precedente, non può essere trasferito su un altro hard disk (a meno che non lo si cloni).
    Io ho un portatile con HDD e ho comprato un SSD e un case esterno con cui poterlo collegare via USB prima di installarlo definitivamente nel pc.
    Ora: se io metto dentro l’SSD e avvio l’iso di Win10 da pen drive e installo Windows da zero, da dove prenderà la licenza se non inserisco il product key? Riconoscerà semplicemente la scheda madre?

    • Geek’s Lab

      Salve, se lei monta l’ssd sul pc e fa partire l’installazione, il pc attiverà in automatico la copia di Windows 10. L’importante è proprio aggiornare prima di cambiare hard disk e controllare che la nuova versione installata sia già attiva sul pc (tasto destro su start – Sistema).
      A questo punto deve creare una usb avviabile con la stessa versione che ha sul pc (home o professional 32 o 64 bit) e avviare l’installazione.

      • Sciencefun

        Salve,
        sto scaricando la iso di w10 con media creation tool. il notebook è nuovo, arrivato oggi. Ho windows 10 con licenza OEM originale. adesso volevo effettuare la migrazione da ssd a hdd.

        se io metto un SSD al posto dell’hard disk, devo per forza fare la clonazione del disco oppure è nel bios (la licenza) e posso fare un installazione pulita senza avere la paura che il cambio di hardware renda inutile la licenza di windows

        • Geek’s Lab

          salve, l’importante è che lei installi il Windows 10 con la stessa versione presente sul pc (Home o professional. 32 o 64 bit). La licenza verrà automaticamente riconosciuta.

          • Sciencefun

            Tutto risolto. Grazie

  • greatsayaman97

    Come faccio ad entrare nel bios se non ho il sistema operativo e quindi la possibilità di entrare con la combinazione maiusc e riavvia pc? Grazie

    • Geek’s Lab

      salve, se deve effettuare un’installazione e il nuovo hard disk non ha alcun sistema operativo installato, basta inserire la pendrive avviabile. Dovrebbe partire in automatico. Ci faccia sapere

      • Gabriele

        ho avuto lo stesso problema.. devi premere F2 appena visualizzi il logo di avvio del computer, poi va sui bios e con F5 e F6 sposti la priorità del device dal quale il PC deve prendersi il sistema operativo.
        io ci sto provando anche se la cosa è molto lenta.
        (scusa il linguaggio scarsamente tecnico)

  • Ottavio Macino

    Ma è necessario scaricare Windows 10 dallo stesso portatile in cui poi sarà cambiato l’hard disk con il SSD oppure può essere fatto da qualunque computer (ovviamente scaricando lingua, edizione ed architettura corrette)?

    • Geek’s Lab

      puoi scaricarlo da qualsiasi altro pc.

      • Ottavio Macino

        Grazie mille !!

  • Marco Cosimo

    Salve, ma se io installo il SO su SSD, una volta inserito anche l’HDD nel pc, non avrei 2 sistemi operativi?? come posso rimuovere definitivamente windows 10 sul HDD? Grazie mille, complimenti per la guida.

    • Geek’s Lab

      ciao, per rimuovere il sistema dal vecchio HD, noi usiamo un software per la formattazione del disco. Eventualmente lo inserisci sul pc è poi fai una classica formattazione della partizione.

      • Marco Cosimo

        Ho risolto, grazie mille. Ora ho il SO solo sul SSD ed ho formattato completamente l’ HDD dov’era presente Windows 10. C’è dunque bisogno che io imposti dall’UEFI l’SSD come disco primario dell’avviamento del pc? Grazie infinite.

        • Geek’s Lab

          ciao, in teoria non dovrebbero esserci problemi all’avvio anche così!