Impostare messaggio vocale WhatsApp come suoneria

Le note vocali (o memo vocali) di WhatsApp, sono sempre più diffuse ed utilizzate dagli utenti dell’ ormai famosissima app di messaggistica istantanea. Sempre più spesso, si sceglie di “registrare al volo” un messaggio ed inviarlo anziché scriverlo. Difatti, la voice note ci fa risparmiare tempo e ci permette di comunicare anche quando siamo impossibilitati a scrivere. Ma cosa succede se abbiamo ricevuto una nota vocale particolarmente interessante e divertente e vogliamo impostarla come suoneria?

Come avrai sicuramente notato, le note vocali, vengono salvate sul nostro dispositivo con estensione opus. Questa estensione, non viene riconosciuta dal nostro dispositivo e quindi la voice note non viene mostrata tra le suonerie disponibili. Per bypassare questo inconveniente, dobbiamo necessariamente convertire il file da opus a Mp3. Per farlo avremo bisogno di un’applicazione di terze parti in quanto, questa funzione non è prevista da WhatsApp. Ma non preoccuparti! Questa conversione, come vedremo è semplicissima e richiede pochissimo tempo!

Impostare messaggio vocale WhatsApp come suoneria – Guida

Scarichiamo ed installiamo l’applicazione Voce e Audio Manager per WhatsApp da OPUS a MP3. Questa applicazione, caricherà in automatico tutte le note vocali presenti sul nostro smartphone sudddividendole per giorno.

Cerchiamo la nota vocale che vogliamo salvare ed, una volta individuata, clicchiamo sul simbolo di conversione in MP3 (indicato in foto).

Impostare messaggio vocale WhatsApp come suoneria

Portato a termine il processo di conversione, non ci resta che impostare la nostra suoneria da Impostazioni – Suoneria (il percorso può variare in base alla marca del device e dalla versione Android installata).

Come appena visto, questa applicazione ci permette con un solo “tap” di convertire le nostre note vocali in MP3 così da poterle impostare facilmente come suoneria. Unica pecca, a nostro parere, sono i banner pubblicitari che purtroppo, nelle versioni gratuite, sono sempre un po’ troppi.

LEGGI ANCHE:

Se ti piacciono i nostri articoli seguici su: Facebook , Twitter e G+!!